I benefici per l’azienda di un intervento di sponsorizzazione

Heineken Jammin' FestivalAncora un articolo sulle sponsorizzazioni, la tematica più votata nella pagina FB di questo blog (vd. domanda: In relazione al marketing degli eventi, vorresti saperne di più su …; a proposito, vuoi segnalare un argomento che vorresti approfondire? Non esitare, dammi le tue indicazioni!).

Dopo aver analizzato come un intervento di sponsorizzazione possa influire positivamente sugli elementi dell’impresa secondo il modello della Magic Formula di Normann (1234&5), vediamo ora in dettaglio alcuni ulteriori benefici. Non vi è solo un generico ritorno d’immagine perché legare la propria azienda ad un evento aperto alla collettività significa proporsi con un’identità che differenzia l’impresa dalla concorrenza.

Come abbiamo visto parlando dei valori (ossia il nesso prioritario tra azienda ed evento), le ragioni stanno nelle motivazioni d’acquisto dei consumatori: la sponsorizzazione aiuta infatti l’azienda a posizionarsi nella mente del consumatore attraverso quei valori (un certo stile di vita, un particolare modo di essere, ecc.) nei quali il potenziale cliente stesso si riconosce.

Ma non solo, altri specifici benefici sono:

• la qualificazione delle relazioni con i diversi pubblici di riferimento e con gli interlocutori privilegiati (dai clienti, acquisiti o potenziali, ai media, dai partner ai fornitori, dalle risorse umane alle istituzioni e autorità locali). L’attenzione particolare data, per esempio, a determinate fasce di clientela attraverso il coinvolgimento diretto in eventi speciali a loro dedicati può dare riscontri molto positivi da parte dei clienti coinvolti;

• un forte posizionamento del marchio, che acquista così un profilo del tutto peculiare;

• l’individuazione di nuovi segmenti di mercato. Gli orizzonti si ampliano se si abbandona la logica del puro profitto e si allarga lo sguardo ad una visione d’insieme. La comunicazione di valori permette l’aggregazione di platee più estese e coinvolte.

Ma qual è il punto di vista imprenditoriale sui ritorni dell’investimento in cultura? Ecco come in un articolo della rivista ImpresaCULTURA, Periodico Bimestrale di Confindustria, vengono rappresentati i ritorni dall’investimento in sponsorizzazione di eventi culturali. Si possono raggruppare in due ambiti distinti: la legittimazione sociale, un beneficio immateriale, e i risultati di mercato, al contrario un ritorno concreto e misurabile.

Legittimazione sociale:
• reputation d’azienda e di marca
• immagine istituzionale
• posizionamento aziendale e di marca
• qualificazione delle relazioni aziendali
• accesso a forme privilegiate di investimento e di finanziamento.

Risultati di mercato:
• crescita del giro d’affari
• brand awareness (conoscenza del marchio)
• attenzione e fedeltà alla marca
• disponibilità a pagare un prezzo maggiore.

Gli stessi imprenditori riconoscono dunque che sono molteplici i benefici per le aziende che investono in sponsorizzazione di eventi, benefici sia di carattere immateriale (brand awareness, legittimazione sociale) che materiale (giro d’affari, fedeltà alla marca). Quando incontrerai il tuo sponsor potenziale considera anche queste ulteriori argomentazioni per convincerlo ad investire sul tuo evento.

 

Filippo M. Cailotto

About Filippo Maria Cailotto

Filippo Maria Cailotto ha un'esperienza di consulente e project manager nei settori degli eventi culturali e nella valorizzazione del territorio più che ventennale. Dopo il Diploma di Conservatorio, ha completato il suo curriculum formativo conseguendo l' “European Diploma in Cultural Project Management”, master annuale promosso dal Consiglio d’Europa e dall'Unesco (Bruxelles), e frequentando il Corso biennale in Economia e Gestione Aziendale (CEGA) presso la Scuola di Direzione Aziendale dell'Università Bocconi (Milano). È stato inserito nell’elenco degli esperti dell’Unione Europea (DG X) per i seguenti ambiti di competenza: ‘Cultura’ e ‘Questioni orizzontali’ (cultura ed economia, cultura e turismo, cultura e sviluppo regionale). Ama la musica classica, il tango e i social media.
This entry was posted in Budget & Fundraising, Event fundraiser. Bookmark the permalink.