Dieci attitudini per una carriera musicale di successo – 2

Violista dell'Alinde Quartett, vincitore del II Premio al Concorso internazionale di musica da camera "Salieri-Zinetti" - Verona(vedi punti da 1 a 5).
6) Valuta le tue abilità interpersonali. Abbiamo tutti sofferto delusioni e difficoltà nella vita. Puoi chiedere qualsiasi tipo di aiuto, ma assicurati di non infliggere le tue difficoltà personali agli altri. Take it easy: quanto più ti sentirai a tuo agio con te stesso e con gli altri, tanto più potrai beneficiarti dell’aiuto del piccolo mondo che ti circonda.
I musicisti spendono una quantità eccessiva di tempo da soli con il proprio strumento. Il lavoro solitario può contribuire ad una mancanza di abilità interpersonali e ad un atteggiamento egocentrico. Ecco perché a volte alcuni musicisti finiscono per essere considerati “prime donne” (magari senza averne le qualità).
L’ambiente musicale è un piccolo mondo basato sulle relazioni. Assicurati di essere un buon collega, perché la persona che snobbi oggi può essere la persona che non ti farà favori domani. Sii attento, educato e disponibile. I colleghi si ricorderanno la considerazione, l’ottimismo e l’entusiasmo che hai dato loro, e risponderanno di conseguenza.

7) Pensa come un imprenditore. Metti la tua immaginazione e la creatività a sostegno del lato business della tua carriera musicale; trascorri del tempo a fare brainstorming con amici e colleghi; ci possono essere opportunità di carriera in luoghi insospettati. Oggigiorno le persone formano alleanze e partenariati (joint-venture) con altri individui e con altre organizzazioni per mettere insieme competenze diverse, incrementare le risorse e aumentare la creatività. Ci possono essere opportunità impensate da creare o sviluppare: serie di concerti, progetti o partenariati innovativi da realizzare con altre organizzazioni culturali o del mondo artistico.
Secondo alcuni studi, sono tre le chiavi per il successo di un imprenditore:
1.    soddisfare un bisogno;
2.    andare contro-tendenza;
3.    mantenere le cose semplici.
Traduciamo questi suggerimenti per gli imprenditori-musicisti:
soddisfare un bisogno significa offrire qualcosa che gli altri vogliono e che valutano meritevole di essere pagato. La tua musica ha bisogno di un pubblico; pensa a quello che hai da offrire e chi potrebbe volere il tuo “prodotto” tra le organizzazioni culturali o nella comunità (ma attenzione al punto che segue!);
andare contro-tendenza: occorre offrire qualcosa di unico: è fondamentale distinguersi dal gregge! Pensa a repertori e a progetti innovativi particolarmente adatti alle tue abilità e ai tuoi interessi;
mantenere le cose semplici: assicurati di aver sempre presente i motivi per cui hai deciso di fare musica. Mantieni i tuoi obiettivi artistici al centro del tuo cammino, non farti distrarre da cose che non sono essenziali (stai nel tuo core business, direbbe un imprenditore). E assicurati di farti capire: il tuo pubblico ti seguirà se comprende ciò che stai facendo.

8) Comunica ciò che ti rende differente. Al fine di ottenere delle opportunità concertistiche, l’attenzione dei media e un pubblico che ti segue, è necessario non solo proporre qualcosa di unico, ma anche di essere in grado di comunicare ciò che è distintivo in te e nel tuo fare musica. Che cosa ti rende speciale? Esegui repertori inusuali? Hai dato concerti con contenuti innovativi o eseguiti in luoghi insoliti? …

9) Poniti obiettivi sia a breve che a lungo termine. Articolare i tuoi obiettivi è importante. Non potrai arrivare da nessuna parte, se non avrai chiaro dove vuoi andare nel medio-lungo termine. Avere obiettivi realistici a breve termine, per la prossima settimana o il prossimo mese, contribuirà a tenerti concentrato e motivato. Raggiungere i tuoi obiettivi di breve termine è il modo migliore per perseguire quelli a lungo termine.

10) Alimenta la tua motivazione. Che cosa ricarica e rinnova la tua creatività? Che cosa aiuta a darti motivazione e a mantenere vivo lo spirito? Assicurati di mantenere nella tua vita una sorta di equilibrio. Che si tratti di coltivare il tuo lato spirituale, la vita familiare, il contatto con la natura, o i tuoi hobby preferiti, ricordati di alimentarli regolarmente. Se lo farai avrai una vita piena e soddisfacente.

Parte del processo di progredire nella tua carriera comporta la messa a punto dei tuoi obiettivi, la valutazione dei punti di forza e di scoprire ed esplorare nuove opportunità. Il musicista che mette questi principi in azione può essere descritto come un imprenditore. Coltiva le tue capacità imprenditoriali e starai coltivando la tua carriera.

 

Filippo M. Cailotto

 

P.S. Di questo e di molto altro si parlerà nel primo seminario del corso “Professione Musicista” in programma a Roma presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra il 20-21 aprile 2018. Iscrizioni entro il 18 aprile p.v. (N.B. Iscriviti prima! Se ti iscrivi entro l’8 aprile la quota di partecipazione sarà scontata del 10%).
Scarica qui il PDF  con tutte le informazioni.

 

 

About Filippo Maria Cailotto

Filippo Maria Cailotto ha un'esperienza di consulente e project manager nei settori degli eventi culturali e nella valorizzazione del territorio più che ventennale. Dopo il Diploma di Conservatorio, ha completato il suo curriculum formativo conseguendo l' “European Diploma in Cultural Project Management”, master annuale promosso dal Consiglio d’Europa e dall'Unesco (Bruxelles), e frequentando il Corso biennale in Economia e Gestione Aziendale (CEGA) presso la Scuola di Direzione Aziendale dell'Università Bocconi (Milano). È stato inserito nell’elenco degli esperti dell’Unione Europea (DG X) per i seguenti ambiti di competenza: ‘Cultura’ e ‘Questioni orizzontali’ (cultura ed economia, cultura e turismo, cultura e sviluppo regionale). Ama la musica classica, il tango e i social media.
This entry was posted in Analisi preliminare, EVENT MARKETING PLAN, Musicista/artista. Bookmark the permalink.

One Response to Dieci attitudini per una carriera musicale di successo – 2

  1. Pingback: Dieci attitudini per una carriera musicale di successo - 1 - Filippo Maria Cailotto