Professione Musicista 3 – La formula del successo

Duo Nemtsov, vincitore del Concorso internazionale di musica da camera "Salieri-Zinetti".Dopo aver sgombrato il campo da alcuni falsi miti legati alla carriera musicale e avere sinteticamente delineato i contenuti multidimensionali della professione, proviamo ora a definire quali attitudini e competenze servono per affrontare con successo le sfide che il musicista troverà nel suo percorso.

Avanzare nella carriera di musicista comporta la capacità di valutare i propri punti di forza, mettere a punto i propri obiettivi, e scoprire ed esplorare nuove opportunità. Il musicista che mette in atto queste azioni può essere descritto come un imprenditore.

Infatti sia che tu stia avviando un nuovo ensemble, costituendo una scuola privata, negoziando contratti con altri musicisti per organizzare una stagione concertistica, promuovendo la commercializzazione e la vendita di un CD, o raccogliendo fondi per i tuoi progetti, tu stai svolgendo un’attività imprenditoriale.

Lavorare in una casa discografica richiede abilità e talenti diversi da quelli necessari per gestire un ensemble cameristico, coordinare l’organizzazione di un festival, scrivere colonne sonore, lanciare una società di software musicale, o insegnare. Non esiste una formula per il successo valida per tutti, tuttavia ci sono qualità importanti che sono fondamentali per ogni tipo di carriera musicale.

Talento e duro lavoro sono necessari, ma non bastano da soli. C’è anche la necessità di sviluppare una serie di attitudini e competenze non musicali, quelle che hanno tutti gli imprenditori di successo. In particolare, hai bisogno di:

una strategia: devi avere un piano per raggiungere il tuo sogno, un programma di azioni mirate a raggiungere obiettivi di breve e di lungo termine e le competenze per attuarlo;

capacità di comunicazione: devi saper comunicare e presentarti nel modo migliore; il tuo entusiasmo deve diventare contagioso. Devi saper trasmettere e “vendere” i tuoi punti di forza ai potenziali collaboratori, clienti e datori di lavoro;

capacità di fare rete: è necessario coinvolgere e avere la collaborazione di un gruppo di persone – mentori, amici, colleghi o semplici appassionati del tuo modo di fare musica –  che possano indirizzarti con opportuni suggerimenti, sostenere il tuo percorso e accompagnarti nel tuo cammino;

un atteggiamento vincente: devi essere motivato, concentrato, capace di far fronte in maniera positiva alle difficoltà ed essere in grado di gestire il rifiuto;

adattabilità: devi avere la flessibilità necessaria per adattare le tue competenze alle circostanze e all’evoluzione del mercato.

Essere imprenditori, è stato detto, non è una qualifica professionale, è uno “stato della mente”. Per avere buoni risultati un imprenditore deve approfondire le proprie competenze in questi ambiti. Non a caso i musicisti di successo sono quelli che hanno la maggior parte delle qualità citate, o che hanno una tale sovrabbondanza in un settore che può compensare la carenza in un altro.

E non a caso si tratta delle competenze necessarie anche alla costruzione di progetti di successo. Come ho già avuto occasione di dire, una carriera artistica è sempre costituita da una serie di progetti ben realizzati. Osservando a ritroso negli anni il percorso di un artista di successo, siamo in grado di identificare una linea di continuità nella sua storia e di vedere come i progetti si siano collegati, e abbiano costituito, uno dopo l’altro, il tessuto connettivo di una carriera artistica. Quindi, occorre apprendere le tecniche di project management – che includono i concetti della pianificazione strategica, del marketing, della gestione finanziaria, del fundraising e delle altre aree descritte in questo post. Imparando a gestire i progetti, imparerai a gestire al meglio la tua carriera.

Se alcuni degli ambiti citati hanno bisogno di miglioramenti, considerati in buona compagnia. Nessuno possiede il pacchetto ideale completo. Ma essere consapevoli di cosa occorra migliorare è il primo passo per fare un cambiamento positivo. Una volta che hai capito ciò di cui hai bisogno, è solo una questione di costruire competenze e di creare nuove abitudini nel tempo, lavorando con impegno per diventare la persona che intendi essere.

La tua carriera passerà attraverso molte fasi: è un processo di avvicinamento agli obiettivi prescelti, esplorando i modi possibili di percorrere la propria strada.

Un processo che sarà più facile se potrai dotarti degli strumenti adeguati.

 

Filippo M. Cailotto

 

P.S. Ti ricordo che i Seminari “Professione Musicista a Roma” si svolgono presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra il 20-21 aprile e 25-26 maggio e che le iscrizioni scadono il 18 aprile 2018. (N.B. Iscriviti prima! Se ti iscrivi entro l’8 aprile la quota di partecipazione sarà scontata del 10%).
Il Corso è aperto a tutti colo che aspirano ad una carriera in musica.
Scarica il PDF  di presentazione.

About Filippo Maria Cailotto

Filippo Maria Cailotto ha un'esperienza di consulente e project manager nei settori degli eventi culturali e nella valorizzazione del territorio più che ventennale. Dopo il Diploma di Conservatorio, ha completato il suo curriculum formativo conseguendo l' “European Diploma in Cultural Project Management”, master annuale promosso dal Consiglio d’Europa e dall'Unesco (Bruxelles), e frequentando il Corso biennale in Economia e Gestione Aziendale (CEGA) presso la Scuola di Direzione Aziendale dell'Università Bocconi (Milano). È stato inserito nell’elenco degli esperti dell’Unione Europea (DG X) per i seguenti ambiti di competenza: ‘Cultura’ e ‘Questioni orizzontali’ (cultura ed economia, cultura e turismo, cultura e sviluppo regionale). Ama la musica classica, il tango e i social media.
This entry was posted in Action Plan, Aspirante event manager, Budget & Fundraising, Musicista/artista, Obiettivi, Strategie di marketing mix. Bookmark the permalink.

One Response to Professione Musicista 3 – La formula del successo

  1. Pingback: Professione Musicista, i miti da sfatare. | Filippo Maria Cailotto